Berlin Buckler Bouts: Two days of awesomeness

Tornato dal B.B.B. posso solo dire che se mi aspettavo 10 ho vissuto 20. Il B.B.B. è un evento rilassante al contrario dei tornei, non vi è tensione, in questo modo apprendere è reso molto facile. L’ambiente è totalmente collaborativo, piuttosto che tentare di vincere ad ogni costo e provare la propria abilità, come ho visto fare in altri contesti, c’è sempre un tentativo di aiutare l’avversario: “non guardare la mia spada guarda me” oppure “stai basso non perdere la postura”.

Dopo pochi minuti in cui ci si sente spaesati tutto va a posto, il tempo scorre piacevolmente e, purtroppo, molto velocemente. Roland interrompe lo sparring per dare consigli, mostrare tecniche, o farci notare quale è l’errore più comunemente commesso da molti partecipanti. Tutto facoltativo e niente obbligatorio. Ognuno può ascoltarlo o fare sparring nell’altra palestra adiacente se ritiene che siano nozioni assodate.

Le dimostrazioni di sparring con lame affilate e le dimostrazioni del cambiamento nelle tecniche da blunt a sharp weapon sono state senz’altro al centro dell’attenzione.

Molte volte da una semplice domanda posta a Roland ne scaturiva una lezione generale, senza che nessuno lo chiedesse, tutti si trovavano ad osservare ammirati le spiegazioni o il suo I.33 pieno di appunti e disegni a mano libera.

Il cuore pulsante del B.B.B. sono le sue circa 9 – 10 ore di sparring in slow motion (o anche più veloce se i contendenti lo desiderano) con o senza maschera. Un blossfechten in tutto e per tutto. Nonostante ciò, nessuno dei partecipanti ha riportato lesioni, solo rari ematomi di scarsa importanza.

Delle persone che ho avuto modo di conoscere potrei parlare per pagine e pagine ma dovrò essere breve. Senz’altro il primo da citare è Roland, se di lui avevo la massima delle opinioni possibili, si è dimostrato al di sopra di esse, sotto ogni aspetto, un uomo di grande carisma, comunicatività e abilità. Un uomo che non ha bisogno di dare ordini per essere seguito. Ho avuto modo di conoscere persone conosciute online o viste solo nei video, Paulus Kal (non quello vecchio, quello nuovo XD ) Kristine Konsmo e il suo simpaticissimo istruttore Thomas, Karen di Dimicator, Clemens che ha organizzato l’evento e ci ha fatti sentire i benvenuti. Su tutti si potrebbe dire qualcosa, tantissimi bravi schermidori che mi hanno aiutato ad aumentare le mie capacità ancora scarse, ma che con il B.B.B. hanno avuto una spinta incredibile. Un grazie di cuore a tutti per i bellissimi giorni passati assieme, per la vostra simpatia e per tutto ciò che mi avete insegnato.

Image

Returning from B.B.B. I can only say that if i’m expecting 10 i got 20. The B.B.B. is an event relaxing,  contrary of tournaments, there is no tension, in this way learn is ​​very easy. The environment is totally collaborative, rather than attempt to win at any cost and prove his ability, as I have seen it done in other contexts, there is always an attempt to help his opponent: “Do not  look at my sword look at me” or “Stay low, do not lose your posture.”

After a few minutes when you feel disoriented everything is in place, the time passes pleasantly and, unfortunately, very quickly. Roland stopped sparring to give advice, show techniques, or let us note what is the most common error committed by many participants. Everything is optional and nothing mandatory. Everyone can listen to it or do sparring in the other adjacent gym if he believes that are already known notions.

Image

(photo done by J.P.K.)

The demonstrations of sparring with sharp blades, and demonstrations on the change on techniques from blunt to sharp weapon were certainly at the center of attention.

Many times from a simple question asked to Roland it sprang a general lesson, without anyone asked to come, they were all watching the explanations or admire his I.33 full of notes and freehand drawings.

The heart of the B.B.B. are its about 9-10 hours of sparring in slow motion (or even faster if the guys want it) with or without a mask. A blossfechten in all respects. Nevertheless, none of the participants reported injuries, only few minor bruises.

Of the people I got to know I could talk for pages and pages but I’ll be brief. Certainly the first to be mentioned is Roland,even if i had the maximum possible opinion of him, he is in fact over them, in every aspect, a man of great charisma, communication skills, and abilities. A man who does not need to give orders to be followed. I got to know people met online or only seen in the videos, Paulus Kal (not the old one, the new one XD), Kristine Konsmo and his likeable instructor Thomas, Karen of Dimicator, Clemens the organizer of the event that made ​​us feel welcome. About all i could say something, lots of good fencers who have helped me to increase my skills still scarce, but with the BBB got an incredible boost. A heartfelt thanks to everyone for the wonderful days spent together, for your kindness and for everything you have taught me.

Federico

Advertisements
This entry was posted in I.33. Bookmark the permalink.

One Response to Berlin Buckler Bouts: Two days of awesomeness

  1. Pingback: Apertura nuova Sala in Valsesia! | ASD La Sala delle Armi - Torino

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s