2nd Allenamento con gli Appesi, with Keith Farrell

L’allenamento con gli appesi è stato in definitiva un evento veramente ben organizzato, avendoli conosciuti solo tramite facebook non avevo assolutamente un’idea di come avrebbe potuto essere strutturato l’evento, quindi la sorpresa è stata grande. Ma vediamo punto per punto cosa è stato a mettermi di così buon umore.

1) L’accoglienza: Una volta trovato l’albergo (unica cosa veramente difficile da fare!) io e il buon David Ciscato ci siamo insediati e abbiamo preso possesso della zona in nome del dio imperator… ehm scusate. Poco dopo il nostro arrivo Francesco Viola e Davide Morleo ci hanno raggiunti, l’accoglienza è stata veramente calorosa e non ha lasciato spazio all’imbarazzo, anzi ci siamo trovati subito in un ambiente amichevole e allegro. Abbiamo avuto modo di conoscere Keith nel medesimo frangente, subito rivelatosi una persona gentile e estremamente socievole.

Image

2) Presentazione del libro di Keith: La serata è passata velocemente, una pizza in compagnia scambiandoci idee, interpretazioni e parlando dell’attuale panorama HEMA Italiano. Subito dopo abbiamo avuto la possibilità di partecipare alla presentazione del libro di Keith, la sua presentazione non è stata sterile e fine a se stessa come a volte può capitare in alcuni di questi casi, ma è anch’essa stata istruttiva e utile sia a capire quale percorso lo ha condotto a dov’è ora, a volte un po’ ritrovandosi nei suoi racconti. Ha spiegato ciò che ha voluto inserire nel libro e per quale motivo lo ha fatto. E’ stata un’occasione per acquistare il libro stesso di persona con mio sommo piacere.

3) Allenamento con Keith: Il secondo giorno è stato caratterizzato dall’allenamento con Keith, dopo un riscaldamento veramente efficace (da cui ho preso alcuni spunti per il nostro) la prima parte dell’allenamento è stata incentrata su due Flourish, il primo dal Codex Dobringer e il secondo dal Codex Best 70 20. Ambedue sono stati di grande impatto ed utilità, abbiamo avuto modo di correggere la postura imparando nozioni di biomeccanica per salvaguardare le articolazioni, in modo da eseguire i Flourish con la postura migliore possibile. Il Flourish del Codex Best 70 20 è stato forse il più interessante se devo esprimermi in preferenze, viste le “anomalie” di cui era costellato rispetto al metodo standard di schermare descritto dai maestri. Infatti il più grande insegnamento che ne ho tratto da questo flourish è che sfruttando la giusta meccanica del corpo non necessito sempre del classico “Colpisco da destra avanzo di destro” , ma posso bensì contravvenire a “la regola” sfruttando il movimento delle anche, la distribuzione del peso e colpendo nella giusta direzione. La seconda parte dell’allenamento ha compreso vari esercizi di Sparring dove da Keith venivano dati degli obiettivi da perseguire, come ad esempio mantenere una data velocità, pensare di più all’estetica dei movimenti e alla precisione della tecnica piuttosto che a colpire l’avversario, o colpire solo una determinata parte del corpo avversario come obiettivo. La giornata di allenamento è stata stimolante e ben organizzata, abbiamo imparato molto e ne siamo grati.

Image

4) Cena sociale: La cena del sabato sera, con amici vecchi e nuovi è stata divertente, il locale, molto caratteristico, ci ha offerto una cena buonissima ad un prezzo veramente contenuto.

Image

5) Secondo giorno di allenamento: Il secondo giorno ha dato spazio ai due seminari tenuti ambedue da miei grandi amici, il primo de “La Sala delle Armi di Torino” riguardante il gioco largo di Fiore, ed il secondo da Andrea Conti della “Sala d’arme Fiore de Liberi” riguardante gli assalti di spada a due mani di Achille Marozzo. I due seminari sono stati condotti con abilità e, nonostante alcune differenze nell’approccio schermistico e nel passeggio rispetto a ciò che sono abituato, Davide Gallo, Jacopo Penso e Andrea Conti ci hanno permesso di completare senza problemi i due seminari e di apprendere qualcosa di nuovo (questo lo si può dire di tutti tranne che del sottoscritto, stroncato dall’influenza a metà del secondo seminario). Del bellissimo sparring ha completato la giornata. Tra i tanti ricordo con piacere i tre che ho avuto con Andrea Conti, Keith Farrell e Davide Gallo.

In definitiva posso dire che aspetto con impazienza il 3° allenamento con gli appesi, che, visto l’impegno e la passione degli organizzatori, scommetto che mi lascerà piacevolmente soddisfatto (ed esausto 😀 ) una seconda volta.

Ringrazio Keith Farrell, per tutti gli insegnamenti, per il bellissimo sparring con equipaggiamento minimo, e per i momenti divertenti passati assieme.

Davide Morleo , Francesco viola e tutti gli Appesi per la loro ospitalità e per la brillante organizzazione dell’evento.

A presto!

Federico

The Training with the Sala d’arme dell’ Appeso was ultimately a really well organized event, having known only through facebook I had absolutely no idea how it could have been structured event, so the surprise was great. But let’s see step by step what was to put me in such a good mood.

1) Reception: Once we found the hotel (the only thing really hard to do!) Me and the David Ciscato settled and took possession of the area in the name of the god empero…… uh sorry. Shortly after our arrival Francesco Viola and Davide Morleo joined us, the welcome was very warm and left no room to embarrassment, indeed we found ourselves immediately in a friendly and cheerful ambience. We got to know Keith in the same time, and soon we found him a kind and extremely sociable person.

2) Presentation of the Keith’s book: The evening passed quickly, a pizza with friends exchanging ideas, interpretations, and speaking of the Italian landscape HEMA. Soon after we had the opportunity to attend the presentation of the book by Keith, his presentation was not an end in itself and sterile as can sometimes happen in some of these cases, but it also was informative and useful both to understand which path has led him to where he is now, sometimes finding ourservels in his stories,  and what he wanted to include in the book and why he did it. It ‘was also an opportunity to buy the book with my great pleasure!

3 ) Training with Keith : The second day was marked by training with Keith , after a truly effective warm up ( from which I took some inspiration for our one) the first part of the training was focused on two Flourish , the first from Codex Dobringer and the second by the Codex Best 70 20 . Both were of great impact and utility , we were able to correct your posture by learning the concepts of biomechanics to protect our joints , in order to perform the Flourish with the best possible posture . The Best 70 20 Flourish was perhaps the most interesting if I have to express myself in preferences , regards the “anomalies ” that was studded go into another direction of fencing without some dogma given by the masters in some of their Zettels. In fact, the biggest lesson that I have taken from this is that flourish using the right body mechanics I do not need more of the classic ” I strike from the right I step with right foot ” , but I rather be contrary to ” the rule” taking advantage of the movement of the hips , the distribution of weight and hitting in the right direction . The second part of the training included various exercises Sparring where the data came from Keith objectives, such as maintaining a given speed , think more about the aesthetics of the movements and the accuracy of the techniques rather than to hit the opponent , or strike just to a part of the nemy body as goal . The training day was stimulating and well organized, we learned a lot and we are grateful .

Image

4) Social Dinner: Dinner on Saturday evening, with old and new friends was fun, the local restaurant offered us a delicious dinner at a really low price.

5) Second day of training: The second day gave space to the two seminars held both by my great friends, the first of “La Sala delle Armi di Torino” regarding the plays of gioco largo of Fiore, and the second by Andrea Conti of “Sala d’arme Fiore de Liberi “concerning the assaults of two-handed sword of Achille Marozzo. The two seminars were conducted with skill and, despite some differences in the fencing and walking compared to what I’m used to, Davide Gallo, Jacopo Penso and Andrea Conti allowed us to complete them without problems (this can be said of everyone except myself, cut off from the influence midway through the second seminar)., both the two seminary make us learn something new.  The beautiful sparring has completed the day. Among the many i remember with pleasure the three that I had with Andrea Conti, Keith Farrell and Davide Gallo.

Image

In conclusion I can say that I look forward to the 3rd Allenamento con gli Appesi which, given the commitment and passion of the organizers, I bet will leave me pleasantly surprised a second time.

I thank Keith Farrell, for all the teachings, for the beautiful sparring with minimal equipment, and for the fun times we had together.

Davide Morleo, Francesco Viola and all the Appesi for their hospitality and for the brilliant organization of the event.

See you soon guys

Federico

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s