I.33 London Tower Fechtbuch and Yoshin Ryu Bujutsu – Through the Center

Studiando il sistema di combattimento dell’ Istruttore Roland Warzecha della scuola Dimicator, basato quasi completamente sull’ I.33 London Tower Fechtbuch, sono venuto a conoscenza dell’importanza del controllo del centro per l’applicazione delle tecniche in modo corretto. La linea centrale è anche il punto per cui molte tecniche si sviluppano o terminano, è al contempo la via più breve per raggiungere il mio obiettivo.

Un esempio pratico e semplice di controllo della linea centrale nella scherma tedesca è lo Zornhau ort, che possiamo tranquillamente dividere in due fasi distinte, il controllo della linea centrale (colpo, “Zornhau”) e lo sfruttamento della linea stessa (la punta al viso, “ort”). Che ritroviamo nel sistema di spada e Brocchiero del maestro Andreas Liegnitzer “dall’ Oberhau”.

Nel mio ancor breve approccio al Ju Jutsu (Yoshin Ryu Bujutsu), ho avuto modo di capire che la linea centrale è al centro (lol) del sistema di combattimento a mani nude, controllare il centro vuol dire non essere colpiti e colpire al contempo. Colpire attraverso il centro vuol dire farlo velocemente, direttamente e nel minor tempo possibile.

Un semplice (ma complesso) sistema di passeggio ci permette di ridirigere la nostra linea centrale nei confronti del nostro avversario, se volessimo descrivere in modo semplice lo sviluppo della linea, potremmo dire che è una linea che parte perpendicolarmente dal nostro busto e arriva a quello avversario, questa è la nostra linea centrale, controllarla significa avvicinarsi alla vittoria. Nel momento in cui io paro un colpo a mani nude e rispondo per il centro ho guadagnato la linea, nel momento in cui “schivo” un colpo spostandomi lateralmente e passo per il mio centro per arrivare all’avversario ho guadagnato la linea. Quando altresì il mio avversario esce lateralmente per colpirmi io ho perso il centro, ora è lui a controllare la linea centrale, se non voglio essere colpito devo riguadagnarlo.

La logica è identica per ciò che riguarda l’ I.33, l’unica differenza è il fatto che invece di due strumenti di offesa/controllo abbiamo uno strumento di controllo e uno di offesa, con gittate differenti, questo diminuisce il numero di uscite nel sistema (nonostante ve ne siano), garantendo un maggiore controllo della line grazie al brocchiero, quasi unicamente dedicato allo scopo.

Controllare la linea centrale è, a distanza di due secoli e di migliaia di chilometri, con grande diversità di elementi di offesa, il modo migliore per colpire senza essere colpiti.

English

By studying the combat system of ‘Instructor Roland Warzecha school Dimicator, based almost entirely on’ I.33 London Tower Fechtbuch, I became aware of the importance of controlling the center for the properly application of the techniques. The center line is the point where many techniques are developed or end, is also the shortest way to reach my goal.

A practical example and simple control of the center line in the German fencing is the Zornhau ort, we can safely divide into two distinct phases, the control of the central line (Blow, “Zornhau”) and the exploitation of the line (the tip of the face “ort”). What we find in the system of the master sword and Brocchiero Andreas Liegnitzer “from ‘Oberhau.”

In my still brief approach to Ju Jutsu (Yoshin Ryu Bujutsu), I got to understand that the center line is in the center (lol) of the system of unarmed combat, control the center means not getting hit and hitting at the same time. Hitting through the center means to strike quickly, directly and as fast as possible.

A simple (but complex) system of steps allows us to redirect our center line towards the opponent, if we want to describe in simple terms the development of the line, we could say that a line drawn perpendicularly from our body and get to the opponent, this is our central line, control it means be closer to victory. By the time I block a fist with bare hands, and I throw a punch through the center I gained the line, when “I evade” a punch stepping to the side and i answer through the center to get my opponent I gained line .. Also when my opponent step to the side i have lost the center, now he is in control the center line, if do not want to be hit I have to regain it.

The logic is identical to that which concerns the ‘I.33, the only difference is the fact that instead of two instruments of offense / control we have a control instrument and one of offense, with different reach, this decreases the number of evasions and exits in the system (although there are), providing greater control over the line thanks to the buckler almost solely dedicated to the purpose.

Check the center line is at a distance of two centuries and thousands of miles, with great diversity of elements of offense, the best way to hit without being hit.

Advertisements
This entry was posted in I.33. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s