Mos Ferri I.33 Seminar

This weekend i’ve been in Rieti to teach a class on I.33. The lesson was realy heterogeneous in the regards of skill level. I’ve started from the very beginning, Stances, Wards and attacks delayed from them, plus Halpschilt.
As i said, a lot of people with different skill levels was involved, so i had to (paradoxically) be not so pedantic with basics, because the more a pratictioner is new to the art, the more it find hard to concentrate on “Basic” stuff.  So after the introduction to help correct some basics, I had to fly toward some foundamental techniques. That was of course well receive also by the more experienced students in the class.

11204880_814643345300826_8383976200823659973_n

So done an overview on the two counterbind and the related counters i started to work on the form of the pratictioner during the techniques. That was good because in the end of the seminar the overall level of practice improved.

I had to say people was realy motivated in the practice, and so helped me to teach the class, my friends of Mos Ferri had a great bost on their method of practice, and the great number of questions they asked me about this particular topic show me how they are interested in become better martial artists. Super!
Historica Laminis was also present and done realy well in the practice during the whole seminar, showing how diligence help in the practice.

My bests to all my students of this weekend, see you next time!

Federico

12190024_814650021966825_8178955368552970091_n

Questo fine settimana sono stato a Rieti per tenere un seminario riguardante l’ I.33. La lezione è stata molto eterogenea per via dei differenti livelli dei praticanti. Ho iniziato dalla posizione di guardia, poi le guardie del manoscritto e gli attacchi rilasciati dalle stesse, oltre alla quantomai fondamentale Halpschilt.

Come ho già detto, molte persone con diversi livelli di abilità hanno partecipato al seminario, così ho dovuto (paradossalmente) non essere così pedante come avrei voluto sul tema “basi”, questo perché più un praticante è nuovo all’arte, più fatica a concentrarsi su quest’ultime. Dopo l’introduzione. servita a correggere alcuni principi fondamentali, ho così dovuto spostarmi verso alcune tecniche fondamentali. Questo è stato ovviamente gradito anche dai praticanti più esperti.

Ho optato per una panoramica sui due controlegamenti e le relative contrarie, ho iniziato a lavorare sulla forma dei praticanti durante l’esecuzione delle tecniche stesse. Questa scelta si è rivelata ottima, il risultato finale, ossia l’incremento della qualità dei movimenti e della forma dei praticanti è stata molto soddisfacente.

Devo dire che tutti i praticanti si sono dimostrati motivati durante la pratica, questo ha aiutato non poco la riuscita del seminario, i miei amici del Mos Ferri hanno avuto un grande miglioramento nel loro metodo di pratica, e il gran numero di domande che mi hanno rivolto riguardo a questo particolare argomento ha mostrato quanto sono interessati a migliorare come praticanti e artisti marziali.
Il gruppo Historica Laminis era altresi presente e ha mostrato grande impegno durante il seminario, li ringrazio nuovamente per i loro complimenti.
Un grazie a tutti i miei studenti di questo fine settimana, un grazie anche a Mauro Carapacchi, organizzatore dell’evento e ospite molto, molto premuroso. Saluti a tutti e alla prossima!

Federico

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s