Type XIV “Solingen” – by Malleus Martialis Swords

Dopo la piacevole sorpresa sia in termini estetici che tecnici della Type XVa “Fior di Battaglia”, i ragazzi di Malleus Martialis (Rodolfo Tanara ed Eleonora Rebecchi) si sono riconfermati eccellenti artigiani con questo nuovo gioiello. Questa spada è una type XIV modellata su un ritrovamento ora custodito al museo delle lame di Solingen, nell’ambiente è per l’appunto conosciuta come “Type XIV Solingen”. Nonostante quest’arma fosse da cavalleria, alcune modifiche all’impugnatura (ridotta di circa 2 cm) e nella distribuzione del peso l’hanno resa più incline all’utilizzo appiedati, mantenendo comunque largamente le sue caratteristiche originali.

18238666_10213058602768567_4852246645240760408_o

Senza parlare di estetica, veramente magnifica ma che lascio descrivere alle fotografie, vado direttamente a parlarvi dei dati tecnici.

18193255_10213058604048599_4752878048876793659_o

Quest’arma è molto particolare per via della sua distribuzione del peso, ha un controllo della punta altissimo (per via del centro di rotazione in punta molto avanzato) e questo la rende molto pericolosa se non impegnata a dovere dall’avversario.
Nel legame è molto dominante, complice la distribuzione del peso avanzata, questo la rende più forte nel legame di ogni arma che ho usato fino ad ora. L’ovvio lato negativo correlato è che, una volta che quest’arma è dominata, serve molta perizia e movimenti ben eseguiti per fuggire da un legame e riportarsi in posizione di vantaggio quando la misura comincia a stringersi, mentre a larga misura è facilissima da ridirigere per il suo controllo sopracitato, permettendo così con movimenti minimi di ritrovarsi velocemente “superior” nel legame, tramite cavazioni e controcavazioni.
L’arma per via della sua natura ha una tendenza a completare i tagli, questa sua caratteristica va gestita (in ogni senso) a dovere per poterne trarre il massimo.
Il pomo è piccolo e comodo, permette di supportare l’arma con il “taglio” del palmo della mano e angolarla efficacemente, è però più piccolo dei normali pomoli a disco, ciò accentua meno questa caratteristica di “supporto” ma permette (senza troppa sorpresa) tagli lanciati alla massima estensione, completati a braccio disteso, azione visibile in alcune miniature del 12° e 13° secolo durante gli scontri tra cavallerie.

18426724_10211252585222654_1250827391_o

Dati tecnici:

Lunghezza impugnatura (senza pomo): 95 mm
Lunghezza totale: 955 mm
Lunghezza lama: 810 mm
PoB: 140 mm dalla croce
Corrispondenze nodi della lama:
-Nodo del pomo: 300 mm dalla croce
-Nodo della croce: 520 mm dalla croce
Peso: 1140 g
Ampiezza croce: 180 mm

Proprio per le sue peculiarità è l’arma che fino ad ora più si è adattata al mio metodo di pratica e, all’interno dello stesso, al mio personale modo di schermare (area di eccellenza delle azioni), è un oggetto specialistico e di alta qualità che consiglio ai praticanti di I.33 più esperti e con alcuni anni di pratica alle spalle. Assolutamente non consigliabile per neofiti.

Federico

English:

After the surprise both in aesthetic and technical terms of Type XVa “Fior di Battaglia”, the boys of Malleus Martialis (Rodolfo Tanara and Eleonora Rebecchi) have reconfirmed themselves as excellent craftsmen with this new jewel. This sword is a type XIV modeled on a finding now kept at the Solingen Blades Museum, in the historical fencing environment known as “Type XIV Solingen”. Although this weapon was for cavalry fighters, some modifications to the handle (reduced by about 2 cm) and weight distribution made it more inclined to the on foot, while still retaining its most of its original features.

18451935_10211252585782668_1293375381_o

Without mentioning aesthetics, which i let the photographs show you, I go directly to talk about technical details.

This weapon is very particular because of its weight distribution, it has a very high tip control (because of the very advanced tip rotation center) and this makes it very dangerous for the opponent if not controlled properly.
In the bind is very dominant, because of the advanced weight distribution, which makes it stronger in the bind of any weapon I have used so far. The obvious negative side correlates to this is that once this weapon is controlled by the opponent, it needs a lot of expertise and well-executed movements to escape a bind and get back to advantage when the measure begins to become short, but at a larger measure it is easy to Redirect for its above-mentioned control, thus allowing for minimal movements to quickly find “superior” in the bind, using cavazione and controcavazione movements.
The weapon because of its nature has a tendency to complete the cuts, this feature must be managed (in every sense) in order to get the most out of it.
The pommel is small and comfortable, it allows to support the weapon with the “cut” of the palm of the hand and support it effectively, but is smaller than the normal disk pommels, less accentuating this feature of “support” but allowing (without too much Surprise) Cuts launched to the maximum extension, completed with lying arm, action that can be seen in some 12th and 13th century miniatures during clashes between cavalry.

18192979_10213058602728566_1528471449011065691_o

Grip length (without pommel): 95 mm
Total length: 955 mm
Blade length: 810 mm
PoB: 140 mm from the cross
Blade Knot Matches:
-Node of the pommel: 300 mm from the cross
-Node of the cross: 520 mm from the cross
Weight: 1140 g
Cross width: 180 mm

18193273_10213058603328581_4849246789332498584_o

It is precisely because of its peculiarities that is the weapon that has so far best adapted to my practice and, within it, to my personal “fencing style” (area of excellence between actions) this is a specialist sword of High quality which I recommend to the most experienced I.33 practitioners, with some years of practice behind. Absolutely not recommended for neophytes.

Federico

Advertisements
This entry was posted in I.33, Swords Reviews and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s